lunedì 17 settembre 2007

Gal 6, 1-6 Portate i pesi gli uni degli altri

Capitolo 6°
(Gal 6, 1-6) Portate i pesi gli uni degli altri

[1] Fratelli, qualora uno venga sorpreso in qualche colpa, voi che avete lo Spirito correggetelo con dolcezza. E vigila su te stesso, per non cadere anche tu in tentazione. [2] Portate i pesi gli uni degli altri, così adempirete la legge di Cristo. [3] Se infatti uno pensa di essere qualcosa mentre non è nulla, inganna se stesso. [4] Ciascuno esamini invece la propria condotta e allora solo in se stesso e non negli altri troverà motivo di vanto: [5] ciascuno infatti porterà il proprio fardello. [6] Chi viene istruito nella dottrina, faccia parte di quanto possiede a chi lo istruisce. (CCC 2012) “Sappiamo che tutto concorre al bene di coloro che amano Dio […] Poiché quelli che egli da sempre ha conosciuto li ha anche predestinati ad essere conformi all'immagine del Figlio suo, perché egli sia il primogenito tra molti fratelli; quelli poi che ha predestinati li ha anche chiamati; quelli che ha chiamati li ha anche giustificati; quelli che ha giustificati li ha anche glorificati” (Rm 8,28-30). (CCC 2004) Tra le grazie speciali, è opportuno ricordare le grazie di stato che accompagnano l'esercizio delle responsabilità della vita cristiana e dei ministeri in seno alla Chiesa: “Abbiamo pertanto doni diversi secondo la grazia data a ciascuno di noi. Chi ha il dono della profezia la eserciti secondo la misura della fede; chi ha un ministero attenda al ministero; chi l'insegnamento all'insegnamento; chi l'esortazione all'esortazione. Chi dà, lo faccia con semplicità; chi presiede, lo faccia con diligenza; chi fa opere di misericordia, le compia con gioia (Rm 12,6-8).

Nessun commento: