venerdì 9 ottobre 2015

Commento CCC a YouCat Domanda n. 189 - Parte I.




YOUCAT Domanda n. 189  - Parte I. In che modo la liturgia influenza gli ambienti in cui viviamo?


(Risposta Youcat) Con la sua vittoria Cristo ha penetrato tutti i luoghi del mondo; egli stesso è il tempio, e il culto di Dio «in spirito e verità» (Gv 4, 24) non è legato ad un luogo particolare. Tuttavia il mondo cristiano è punteggiato da chiese e da simboli sacri, perché gli uomini hanno bisogno di luoghi concreti e di simboli per incontrarsi e per essere richiamati alla nuova realtà. Ogni luogo sacro è simbolo della casa celeste del Padre verso la quale tutti noi siamo in pellegrinaggio.      

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 1179) Il culto “in spirito e verità” (Gv 4,24) della Nuova Alleanza non è legato ad un luogo esclusivo. Tutta la terra è santa e affidata ai figli degli uomini. Quando i fedeli si riuniscono in uno stesso luogo, la realtà più importante è costituita dalle “pietre vive”, messe insieme “per la costruzione di un edificio spirituale” (1Pt 2,5). Il corpo di Cristo risorto è il tempio spirituale da cui sgorga la sorgente d'acqua viva. Incorporati a Cristo dallo Spirito Santo, “noi siamo il tempio del Dio vivente” (2Cor 6,16). 

Per meditare

(Commento Youcat) Certamente si può pregare in tutti i luoghi – in un bosco, sulla spiaggia e a letto. Poiché però non siamo creature solo spirituali, ma abbiamo anche un corpo, dobbiamo vederci, ascoltarci e sentirci; dobbiamo avere un luogo concreto quando vogliamo incontrarci per essere «corpo di Cristo»; dobbiamo inchinarci, quando vogliamo pregare Dio; dobbiamo cibarci del pane consacrato quando ci viene offerto; dobbiamo metterci in movimento fisicamente quando Egli ci chiama. E due strade che si intersecano a mo’ di croce bastano a ricordarci a chi appartiene il mondo e verso chi siamo incamminati. 

(Commento CCC) (CCC 1180) Quando non viene ostacolato l'esercizio della libertà religiosa [Conc. Ecum. Vat. II, Dignitatis humanae, 4], i cristiani costruiscono edifici destinati al culto divino. Tali chiese visibili non sono semplici luoghi di riunione, ma significano e manifestano la Chiesa che vive in quel luogo, dimora di Dio con gli uomini riconciliati e uniti in Cristo. (Continua)   
 
(Continua la domanda: In che modo la liturgia influenza gli ambienti in cui viviamo?)

Nessun commento: