domenica 13 dicembre 2015

Commento CCC a YouCat Domanda n. 216 – Parte II.



YOUCAT Domanda n. 216 - Parte II. In che modo Cristo è presente quando si celebra l’Eucaristia?


(Risposta Youcat - ripetizione) Cristo è presente nel Sacramento dell’Eucaristia in modo misterioso ma reale. Ogni volta che la Chiesa compie il comando di Gesù «fate questo in memoria di me» (1 Cor 11, 25), spezzando il pane e versando il calice, si verifica ancor oggi ciò che si verificò allora: Cristo si offre veramente per noi, e noi partecipiamo realmente a lui. Il sacrificio di Cristo sulla croce, unico e definitivo, si rinnova sull’altare e compie l’opera della nostra redenzione.    

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 1363) Secondo la Sacra Scrittura, il memoriale non è soltanto il ricordo degli avvenimenti del passato, ma la proclamazione delle meraviglie che Dio ha compiuto per gli uomini [Es 13,3]. La celebrazione liturgica di questi eventi, li rende in certo modo presenti e attuali. Proprio così Israele intende la sua liberazione dall'Egitto: ogni volta che viene celebrata la Pasqua, gli avvenimenti dell'Esodo sono resi presenti alla memoria dei credenti affinché conformino ad essi la propria vita.

Per meditare

(Commento CCC) (CCC 1364) Nel Nuovo Testamento il memoriale riceve un significato nuovo. Quando la Chiesa celebra l'Eucaristia, fa memoria della pasqua di Cristo, e questa diviene presente: il sacrificio che Cristo ha offerto una volta per tutte sulla croce rimane sempre attuale [Eb 7,25-27]: “Ogni volta che il sacrificio della croce, "col quale Cristo, nostro agnello pasquale, è stato immolato", viene celebrato sull'altare, si effettua l'opera della nostra redenzione” [Conc. Ecum. Vat. II, Lumen gentium, 3]. (Continua)
 
(Continua la domanda: In che modo Cristo è presente quando si celebra l’Eucaristia?)

Nessun commento: