lunedì 14 dicembre 2015

Commento CCC a YouCat Domanda n. 216 – Parte III.



YOUCAT Domanda n. 216 - Parte III. In che modo Cristo è presente quando si celebra l’Eucaristia?


(Risposta Youcat - ripetizione) Cristo è presente nel Sacramento dell’Eucaristia in modo misterioso ma reale. Ogni volta che la Chiesa compie il comando di Gesù «fate questo in memoria di me» (1 Cor 11, 25), spezzando il pane e versando il calice, si verifica ancor oggi ciò che si verificò allora: Cristo si offre veramente per noi, e noi partecipiamo realmente a lui. Il sacrificio di Cristo sulla croce, unico e definitivo, si rinnova sull’altare e compie l’opera della nostra redenzione.    

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 1365) In quanto memoriale della Pasqua di Cristo, l'Eucaristia è anche un sacrificio. Il carattere sacrificale dell'Eucaristia si manifesta nelle parole stesse dell'istituzione: “Questo è il mio Corpo che è dato per voi” e “Questo calice è la nuova alleanza nel mio Sangue, che viene versato per voi” (Lc 22,19-20). Nell'Eucaristia Cristo dona lo stesso corpo che ha consegnato per noi sulla croce, lo stesso sangue che egli ha “versato per molti, in remissione dei peccati” (Mt 26,28).

Per meditare

(Commento CCC) (CCC 1367) Il sacrificio di Cristo e il sacrificio dell'Eucaristia sono un unico sacrificio: “Si tratta infatti di una sola e identica vittima e lo stesso Gesù la offre ora per il ministero dei sacerdoti, egli che un giorno offrì se stesso sulla croce: diverso è solo il modo di offrirsi” [Concilio di Trento: DS 1743]. “E poiché in questo divino sacrificio, che si compie nella Messa, è contenuto e immolato in modo incruento lo stesso Cristo, che "si offrì una sola volta in modo cruento" sull'altare della croce questo sacrificio è veramente propiziatorio” [Ibid.]. (Fine)

(Prossima domanda: Che cosa succede quando la Chiesa celebra l’Eucaristia?)

Nessun commento: