domenica 21 febbraio 2016

Commento CCC a YouCat Domanda n. 245 – Parte IV.





YOUCAT Domanda n. 245 - Parte IV. Come agisce l'unzione degli infermi?


(Risposta Youcat - ripetizione) L'unzione degli infermi dona consolazione, pace e forza e unisce profondamente a Cristo il malato nella sua precaria situazione e nella sua sofferenza: il Signore ha infatti provato fino alla fine le nostre angosce e ha sopportato la nostra sofferenza. In alcuni casi l'unzione dei malati opera la guarigione fisica; ma se Dio vuole chiamare qualcuno a sé, gli dona con l'unzione degli infermi la forza per sostenere tutte le battaglie fisiche e spirituali nel tratto finale del suo cammino terreno. In ogni caso l'unzione dei malati opera la remissione dei peccati.      

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 1500) La malattia e la sofferenza sono sempre state tra i problemi più gravi che mettono alla prova la vita umana. Nella malattia l'uomo fa l'esperienza della propria impotenza, dei propri limiti e della propria finitezza. Ogni malattia può farci intravvedere la morte. 

Per meditare

(Commento Youcat) Molti malati hanno paura di questo sacramento e lo rimandano fino all'ultimo momento, convinti che si tratti dell'anticamera delta morte. Ma in realtà è il contrario: l'unzione dei malati è una sorta di assicurazione sulla vita, e chi, come cristiano, accompagna un malato, dovrebbe aiutarlo a liberarsi da questo falso timore. La maggior parte di coloro che si trovano in grave pericolo di vita sentono intuitivamente che la cosa più importante per loro è stringersi immediatamente a colui nel quale la morte è stata sconfitta e che è la vita stessa: Gesù, il Salvatore.

(Commento CCC) (CCC 1532) La grazia speciale del sacramento dell'Unzione degli infermi ha come effetti: - l'unione del malato alla passione di Cristo, per il suo bene e per quello di tutta la Chiesa; - il conforto, la pace e il coraggio per sopportare cristianamente le sofferenze della malattia o della vecchiaia; - il perdono dei peccati, se il malato non ha potuto ottenerlo con il sacramento della Penitenza; - il recupero della salute, se ciò giova alla salvezza spirituale; - la preparazione al passaggio alla vita eterna. (Fine)

(Prossima domanda: Chi può amministrare l'unzione dei malati?)

Nessun commento: