martedì 22 marzo 2016

Commento CCC a YouCat Domanda n. 261



YOUCAT Domanda n. 261 - Parte II. Come avviene il sacramento del matrimonio?


(Risposta Youcat – ripetizione) Il Sacramento del matrimonio avviene con una promessa fatta dall'uomo e dalla donna di fronte a Dio e alla Chiesa, che viene accettata e sigillata da Dio e completata dall'unione fisica della coppia.Poiché è Dio stesso che lo sancisce, il vincolo del matrimonio lega fino alla morte di uno dei due coniugi.

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC)  (CCC 1628) Il consenso deve essere un atto della volontà di ciascuno dei contraenti, libero da violenza o da grave costrizione esterna [CIC canone 1103]. Nessuna potestà umana può sostituirsi a questo consenso [CIC canone 1057, 1]. Se tale libertà manca, il matrimonio è invalido. (CCC 1630) Il sacerdote (o il diacono) che assiste alla celebrazione del matrimonio, accoglie il consenso degli sposi a nome della Chiesa e dà la benedizione della Chiesa. La presenza del ministro della Chiesa (e anche dei testimoni) esprime visibilmente che il matrimonio è una realtà ecclesiale.   

Per meditare

(Commento Youcat) L'uomo e la donna si amministrano a vicenda il sacramento del matrimonio. Il Sacerdote  (o il Diacono)  invoca la Benedizione di Dio sulla coppia; egli è solo testimone del fatto che il matrimonio viene celebrato nelle condizioni corrette e che la promessa viene espressa in maniera completa e pubblica. Un matrimonio avviene solo quando c'è il consenso, ovvero quando L'uomo e la donna desiderano il matrimonio senza timore né costrizione e quando non sono impediti da altre condizioni di tipo naturale o ecclesiale (ad es. un matrimonio già esistente, promessa del celibato ecc.).

(Commento CCC) (CCC 1631) E' per questo motivo che la Chiesa normalmente richiede per i suoi fedeli la forma ecclesiastica della celebrazione del matrimonio [Concilio di Trento: DS 1813-1816; CIC canone 1108]. Diverse ragioni concorrono a spiegare questa determinazione: - Il Matrimonio sacramentale è un atto liturgico. E' quindi conveniente che venga celebrato nella liturgia pubblica della Chiesa; - il Matrimonio introduce in un ordo - ordine - ecclesiale, crea dei diritti e dei doveri nella Chiesa, fra gli sposi e verso i figli; - poiché il Matrimonio è uno stato di vita nella Chiesa, è necessario che vi sia certezza sul Matrimonio (da qui l'obbligo di avere dei testimoni); - il carattere pubblico del consenso protegge il “Sì” una volta dato e aiuta a rimanervi fedele.   

(Prossima domanda: Quali sono le condizioni necessarie per un matrimonio cristiano sacramentale?)