martedì 19 aprile 2016

Commento CCC a YouCat Domanda n. 272




YOUCAT Domanda n. 272 - Parte II. Che cosa sono i sacramentali?


(Risposta Youcat – ripetizione) I sacramentali sono segni o operazioni sacri con i quali viene elargita una benedizione.      

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 1669) Essi derivano dal sacerdozio battesimale: ogni battezzato è chiamato ad essere una “benedizione” [Gen 12,2] e a benedire [Lc 6,28; Rm 12,14; 1Pt 3,9]. Per questo anche i laici possono presiedere alcune benedizioni [Conc. Ecum. Vat. II, Sacrosanctum concilium, 79; CIC canone 168]; più una benedizione riguarda la vita ecclesiale e sacramentale, più la sua presidenza è riservata al ministero ordinato (Vescovi, sacerdoti o diaconi) [Benedizionale, Premesse generali, 16 e 18]. 

Per meditare

(Commento Youcat) Tipici sacramentali sono l'acqua santa, la benedizione delle campane, degli organi, delle case o dei veicoli, la benedizione di san Biagio, le ceneri, il ramo pasquale, il cero pasquale e la benedizione delle erbe medicinali per l'Assunzione di Maria. 

(Commento CCC) (CCC 1670) I sacramentali non conferiscono la grazia dello Spirito Santo alla maniera dei sacramenti; però mediante la preghiera della Chiesa preparano a ricevere la grazia e dispongono a cooperare con essa. “Ai fedeli ben disposti è dato di santificare quasi tutti gli avvenimenti della vita per mezzo della grazia divina che fluisce dal mistero pasquale della passione, morte e risurrezione di Cristo, mistero dal quale derivano la loro efficacia tutti i sacramenti e i sacramentali; e così ogni uso onesto delle cose materiali può essere indirizzato alla santificazione dell'uomo e alla lode di Dio” [Conc. Ecum. Vat. II, Sacrosanctum concilium, 61].      

(Continua la domanda: Che cosa sono i sacramentali?)

Nessun commento: