lunedì 25 aprile 2016

Commento CCC a YouCat Domanda n. 276



YOUCAT Domanda n. 276 - Qual è il senso dei pellegrinaggi?


(Risposta Youcat) Chi va in pellegrinaggio «prega» con i piedi e sperimenta con tutte le sue facoltà che tutta la propria vita è in realtà un grande cammino verso Dio.

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 1674) Oltre che della liturgia dei sacramenti e dei sacramentali, la catechesi deve tener conto delle forme della pietà dei fedeli e della religiosità popolare. Il senso religioso del popolo cristiano, in ogni tempo, ha trovato la sua espressione nelle varie forme di pietà che circondano la vita sacramentale della Chiesa, quali la venerazione delle reliquie, le visite ai santuari, i pellegrinaggi, le processioni, la “via crucis”, le danze religiose, il Rosario, le medaglie, ecc. [Concilio di Nicea II: DS 601; 603; Concilio di Trento: DS 1822].     

Per meditare

(Commento Youcat) Già nell'antico Israele si compivano pellegrinaggi al tempio di Gerusalemme; anche i cristiani fecero proprio quest'uso. Si formò così, soprattutto durante il Medioevo, un movimento regolato di pellegrinaggi alla volta dei luoghi santi (soprattutto alla volta di Gerusalemme e delle tombe degli apostoli a Roma e Santiago di Compostela). Spesso ci si metteva in cammino per fare penitenza, cosa non sempre esente da idee sbagliate, quasi che ri si dovesse giustificare di fronte a Dio con pratiche di automortificazione. Ai nostri giorni la pratica del pellegrinaggio vive una singolare rinascita: le persone cercano la pace e la forza che scaturiscono da questi luoghi di grazia: sono stanchi dell'individualismo, desiderano uscire dal tran-tran di tutti i giorni, liberarsi dalle zavorre e raggiungere Dio con il «muoversi verso» i luoghi dello spirito.  

(Commento CCC) (CCC 2663) Nella tradizione vivente della preghiera, ogni Chiesa, in rapporto al contesto storico, sociale e culturale, propone ai propri fedeli il linguaggio della loro preghiera: parole, melodie, gesti, iconografia. Spetta al Magistero [Conc. Ecum. Vat. II, Dei Verbum, 10] discernere la fedeltà di tali cammini di preghiera alla tradizione della fede apostolica, ed è compito dei pastori e dei catechisti spiegarne il senso, che è sempre legato a Gesù Cristo.     
(Prossima domanda: Che cos'è la via crucis?)

Nessun commento: