giovedì 1 dicembre 2016

Commento CCC a YouCat Domanda n. 353 – Parte II.



YOUCAT Domanda n. 353 – Parte II. Perché adorare Dio?


(Risposta Youcat – ripetizione) Adoriamo Dio perché egli esiste, e perché onorarlo e adorarlo sono la risposta adeguata alla sua presenza. «Il Signore tuo Dio adorerai, e a lui solo renderai culto» (Mt 4, 10).    

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 2098) Gli atti di fede, di speranza e di carità prescritti dal primo comandamento si compiono nella preghiera. L'elevazione dello spirito verso Dio è un'espressione della nostra adorazione di Dio: preghiera di lode e di rendimento di grazie, d'intercessione e di domanda. La preghiera è una condizione indispensabile per poter obbedire ai comandamenti di Dio. Bisogna “pregare sempre, senza stancarsi” (Lc 18,1). (CCC 2099) E' giusto offrire sacrifici a Dio in segno di adorazione e di riconoscenza, di implorazione e di comunione: “Ogni azione compiuta per aderire a Dio rimanendo con lui in comunione, e poter così essere nella gioia, è un vero sacrificio” [Sant'Agostino, De civitate Dei, 10, 6: PL 41, 283].         

Per meditare

(Commento Youcat) Adorare Dio è nell'interesse dell'uomo, perché lo rende libero dal servizio alle potenze di questo mondo. Quando non viene più adorato Dio, quando egli non è più il Signore della vita e della morte, altri ne prendono il posto e mettono a repentaglio la dignità umana.

(Commento CCC) (CCC 2100) Per essere autentico, il sacrificio esteriore deve essere espressione del sacrifico spirituale: “Uno spirito contrito è sacrificio...” (Sal 51,19). I profeti dell'Antica Alleanza spesso hanno denunciato i sacrifici compiuti senza partecipazione interiore [Am 5,21-25] o disgiunti dall'amore del prossimo [Is 1,10-20]. Gesù richiama le parole del profeta Osea: “Misericordia io voglio, non sacrificio” (Mt 9,13; 12,7) [Os 6,6]. L'unico sacrificio perfetto è quello che Cristo ha offerto sulla croce in totale oblazione all'amore del Padre e per la nostra salvezza [Eb 9,13-14]. Unendoci al suo sacrificio, possiamo fare della nostra vita un sacrificio a Dio.  

(Continua la domanda: Perché adorare Dio?)