giovedì 26 gennaio 2017

Commento CCC a YouCat Domanda n. 361



YOUCAT Domanda n. 361 – Che cosa significa per i cristiani ricevere un nome particolare in occasione del battesimo?


(Risposta Youcat) La persona riceve un nome con il battesimo «nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo»; il nome ed il volto sono i tratti distintivi della persona, anche di fronte a Dio. «Non temere, perché io ti ho riscattato, ti ho chiamato per nome: tu mi appartieni» (Is 43, 1).

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC)

Per meditare (CCC 2158) Dio chiama ciascuno per nome [Is 43,1; Gv 10,3]. Il nome di ogni uomo è sacro. Il nome è l'icona della persona. Esige il rispetto, come segno della dignità di colui che lo porta.

(Commento Youcat) I cristiani hanno rispetto del nome di una persona perché esso è profondamente legato alla sua identità e alla sua dignità; fin da tempi molto antichi i cristiani cercano per i loro figli un nome nel registro dei santi: lo fanno nella convinzione che il patrono sia un modello e che interceda in maniera particolare presso Dio.     

(Commento CCC) (CCC 2159) Il nome ricevuto è un nome eterno. Nel Regno, il carattere misterioso ed unico di ogni persona segnata dal nome di Dio risplenderà in piena luce. “Al vincitore darò […] una pietruzza bianca sulla quale sta scritto un nome nuovo, che nessuno conosce all'infuori di chi la riceve” (Ap 2,17). “Poi guardai ed ecco l'Agnello ritto sul monte Sion e insieme centoquarantaquattro mila persone che recavano scritto sulla fronte il suo nome e il nome del Padre suo” (Ap 14,1).    

(Prossima domanda: Perché in Israele si festeggia il sabato?)

Nessun commento: