venerdì 17 febbraio 2017

Commento CCC a YouCat Domanda n. 368 – Parte II.



YOUCAT Domanda n. 368 – Parte II. Quale ruolo occupa la famiglia nel piano creatore di Dio?


(Risposta Youcat – ripetizione) Un uomo ed una donna sposati fra loro formano una famiglia insieme ai loro figli; Dio desidera infatti che dall'amore dei genitori, finché è possibile, nascano dei figli; essi, che sono affidati alla protezione e alle cure dei loro genitori, hanno la loro stessa dignità.   

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 2204) “La famiglia cristiana offre una rivelazione e una realizzazione specifica della comunione ecclesiale; anche per questo motivo, può e deve essere chiamata "Chiesa domestica"” [Giovanni Paolo II, Esort. ap. Familiaris consortio, 21; Conc. Ecum. Vat. II, Lumen gentium, 11]. Essa è una comunità di fede, di speranza e di carità; nella Chiesa riveste una singolare importanza come è evidente nel Nuovo Testamento [Ef 5,21-6,4; Col 3,18-21; 1Pt 3,1-7].      

Per meditare

(Commento Youcat) Dio stesso è comunione fin nella sua natura intima; nel mondo umano, la famiglia è il primo modello di comunità; è una singolare scuola di amore relazionale; i bambini non hanno luogo migliore per crescere di una famiglia integra in cui si vivano affetto sincero, rispetto reciproco e responsabilità vicendevole. Infine, nella famiglia cresce anche La fede; essa, lo dice la Chiesa, è una piccola Chiesa, una «Chiesa domestica», la cui forza di irraggiamento deve attrarre altre persone nella comunione di fede, di amore e di speranza.

(Commento CCC) (CCC 2205) La famiglia cristiana è una comunione di persone, segno e immagine della comunione del Padre e del Figlio nello Spirito Santo. La sua attività procreatrice ed educativa è il riflesso dell'opera creatrice del Padre. La famiglia è chiamata a condividere la preghiera e il sacrificio di Cristo. La preghiera quotidiana e la lettura della Parola di Dio corroborano in essa la carità. La famiglia cristiana è evangelizzatrice e missionaria. (CCC 2206) Le relazioni in seno alla famiglia comportano un'affinità di sentimenti, di affetti e di interessi, che nasce soprattutto dal reciproco rispetto delle persone. La famiglia è una comunità privilegiata chiamata a realizzare “un'amorevole apertura di animo tra i coniugi e una continua collaborazione tra i genitori nell'educazione dei figli” [Conc. Ecum. Vat. II, Gaudium et spes, 52].        

(Prossima domanda: Perché le famiglie sono insostituibili?)