lunedì 13 marzo 2017

Commento CCC a YouCat Domanda n. 375 – Parte I



YOUCAT Domanda n. 375 – Parte I. Qual è il modo corretto di esercitare la propria autorità?


(Risposta Youcat) Il modo corretto di esercitare la propria autorità è quello di intenderla come un servizio, sull'esempio di Gesù; l'autorità non può essere mai arbitraria.     

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 2234) Il quarto comandamento di Dio ci prescrive anche di onorare tutti coloro che, per il nostro bene, hanno ricevuto da Dio un'autorità nella società. Mette in luce tanto i doveri di chi esercita l'autorità quanto quelli di chi ne beneficia. (CCC 2254) La pubblica autorità è tenuta a rispettare i diritti fondamentali della persona umana e le condizioni per l'esercizio della sua libertà.   

Per meditare

(Commento Youcat) Gesù ci ha mostrato una volta per tutte qual è il modo corretto di esercitare l'autorità: egli, che era la somma autorità, si pose a servizio e all'ultimo posto, lavando addirittura i piedi ai propri discepoli (Gv 13, 1-5). L'autorità dei genitori, degli insegnanti, degli educatori e di coloro che hanno responsabilità educative è stata affidata da Dio non per permettere di signoreggiare su quanti hanno ricevuto in affidamento, ma perché intendano ed esercitino come servizio il compito di guida che è stato affidato loro.

(Commento CCC) (CCC 2235) Coloro che sono rivestiti d'autorità, la devono esercitare come un servizio. “Colui che vorrà diventare grande tra voi, si farà vostro servo” (Mt 20,26). L'esercizio di un'autorità è moralmente delimitato dalla sua origine divina, dalla sua natura ragionevole e dal suo oggetto specifico. Nessuno può comandare o istituire ciò che è contrario alla dignità delle persone e alla legge naturale. 

(Continua la domanda: Qual è il modo corretto di esercitare la propria autorità?)