mercoledì 10 maggio 2017

Commento CCC a YouCat Domanda n. 390 – Parte II.



YOUCAT Domanda n. 390 – Parte II. Si possono condurre ricerche su esseri umani viventi?


(Risposta Youcat – ripetizione) Esperimenti di natura scientifica, psicologica o medica su esseri umani viventi sono permessi solo se i risultati attesi sono rilevanti per il bene dell'uomo e non possono essere raggiunti altrimenti. Il tutto deve inoltre avvenire con il libero consenso dell'interessato.  

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 2294) E' illusorio rivendicare la neutralità morale della ricerca scientifica e delle sue applicazioni. D'altra parte, i criteri orientativi non possono essere dedotti né dalla semplice efficacia tecnica, né dall'utilità che può derivarne per gli uni a scapito degli altri, né, peggio ancora, dalle ideologie dominanti. La scienza e la tecnica richiedono, per il loro stesso significato intrinseco, l'incondizionato rispetto dei criteri fondamentali della moralità; devono essere al servizio della persona umana, dei suoi inalienabili diritti, del suo bene vero e integrale, in conformità al progetto e alla volontà di Dio.

Per meditare

(Commento Youcat) Inoltre gli esperimenti non devono essere sproporzionatamente rischiosi; fare degli esseri umani degli oggetti di ricerca contro il loro volere è un reato. Il destino della partigiana polacca Wanda Poltawska, una stretta confidente di Giovanni Paolo II, ci ricorda che cosa fosse in gioco, allora come ora: durante l'occupazione nazista Wanda Poltawska fu vittima degli esperimenti criminali condotti su corpi umani nel lager di Ravensbruck; in seguito la psichiatra si impegnò per il rinnovamento dell'etica medica e fu uno dei membri fondatori della Pontificia Accademia per la vita.

(Commento CCC) (CCC 2295) Le ricerche o sperimentazioni sull'essere umano non possono legittimare atti in se stessi contrari alla dignità delle persone e alla legge morale. L'eventuale consenso dei soggetti non giustifica simili atti. La sperimentazione sull'essere umano non è moralmente legittima se fa correre rischi sproporzionati o evitabili per la vita o l'integrità fisica e psichica dei soggetti. La sperimentazione sugli esseri umani non è conforme alla dignità della persona se, oltre tutto, viene fatta senza il consenso esplicito del soggetto o dei suoi aventi diritto. 

(Prossima domanda: Perché è importante la donazione di organi?)