venerdì 2 giugno 2017

Commento CCC a YouCat Domanda n. 405



YOUCAT Domanda n. 405 - Parte II. Come si può vivere un amore casto, e cosa ci aiuta a praticarlo?


(Risposta Youcat - ripetizione) È casto chi è aperto all'amore e non è schiavo delle proprie pulsioni e passioni. Quindi tutto quello che aiuta a diventare una persona matura nelle relazioni, libera e capace di amore, aiuta anche a raggiungere l'amore casto.

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 2340) Colui che vuole restar fedele alle promesse del suo Battesimo e resistere alle tentazioni, avrà cura di valersi dei mezzi corrispondenti: la conoscenza di sé, la pratica di un'ascesi adatta alle situazioni in cui viene a trovarsi, l'obbedienza ai divini comandamenti, l'esercizio delle virtù morali e la fedeltà alla preghiera. “La continenza in verità ci raccoglie e ci riconduce a quell'unità, che abbiamo perduto disperdendoci nel molteplice” [Sant'Agostino, Confessiones, 10, 29, 40: PL 32, 796]. 

Per meditare

(Commento Youcat) Si diventa liberi per e capaci di amore solo con l'autodisciplina, che bisogna acquisire, mantenere e conservare in ogni età. Può essere di aiuto in questo senso rimanere fedeli ai comandamenti di Dio, evitare le tentazioni, evitare ogni forma di doppia vita o di  Ipocrisia, pregare Dio di preservarci dalle tentazioni e di rafforzarci nell'amore. Poter vivere un amore puro e indiviso è alla fine una grazia e un dono di Dio.

(Commento CCC) (CCC 2342) Il dominio di sé è un'opera di lungo respiro. Non lo si potrà mai ritenere acquisito una volta per tutte. Suppone un impegno da ricominciare ad ogni età della vita [Tt 2,1-6]. Lo sforzo richiesto può essere maggiore in certi periodi, quelli, per esempio, in cui si forma la personalità, l'infanzia e l'adolescenza. 

(Continua la domanda: Come si può vivere un amore casto, e cosa ci aiuta a praticarlo?)

Nessun commento: