venerdì 9 giugno 2017

Commento CCC a YouCat Domanda n. 409



YOUCAT Domanda n. 409 - L'autoerotismo è una violazione dell'amore?


(Risposta Youcat) L'autoerotismo è una violazione dell'amore perché rende l'eccitazione del desiderio fine a se stessa, e separa l'uomo e la donna dalla totale realizzazione nell'amore; per questo il concetto di «sesso con me stesso» è una contraddizione in termini.

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 2352) Per masturbazione si deve intendere l'eccitazione volontaria degli organi genitali, al fine di trarne un piacere venereo. “Sia il Magistero della Chiesa - nella linea di una tradizione costante - sia il senso morale dei fedeli hanno affermato senza esitazione che la masturbazione è un atto intrinsecamente e gravemente disordinato”. “Qualunque ne sia il motivo, l'uso deliberato della facoltà sessuale al di fuori dei rapporti coniugali normali contraddice essenzialmente la sua finalità”. Il godimento sessuale vi è ricercato al di fuori della “relazione sessuale richiesta dall'ordine morale, quella che realizza, in un contesto di vero amore, l'integro senso della mutua donazione e della procreazione umana” [Sacra Congregazione per la Dottrina della Fede, Dich. Persona humana, 9]. Al fine di formulare un equo giudizio sulla responsabilità morale dei soggetti e per orientare l'azione pastorale, si terrà conto dell'immaturità affettiva, della forza delle abitudini contratte, dello stato d'angoscia o degli altri fattori psichici o sociali che possono attenuare, se non addirittura ridurre al minimo, la colpevolezza morale.  

Per meditare

(Commento Youcat) La Chiesa non demonizza l'autoerotismo, ma mette in guardia dal minimizzarne la portata. Nella realtà molti giovani e molti adulti sono esposti al rischio di isolarsi nel consumo di immagini e filmati erotici disponibili su internet invece di trovare amore in una relazione personale. La solitudine può spingere in un vicolo cieco in cui l'autoerotismo diviene una vera e propria mania; ma nessuno raggiunge la felicità sulla base del motto: «Non ho bisogno di nessuno per fare sesso; lo faccio da solo, come e quando voglio io». 

(Commento CCC) (CCC 2351) La lussuria è un desiderio disordinato o una fruizione sregolata del piacere venereo. Il piacere sessuale è moralmente disordinato quando è ricercato per se stesso, al di fuori delle finalità di procreazione e di unione.

(Prossima domanda: Che cosa si intende con «fornicazione»?)

Nessun commento: