martedì 27 ottobre 2015

Commento CCC a YouCat Domanda n. 195 - Parte V.



YOUCAT Domanda n. 195 - Parte V. Come viene amministrato il battesimo?


(Risposta Youcat ripetizione) La forma classica dell’amministrazione del battesimo è la triplice immersione del battezzando nell’acqua; ma nella maggior parte dei casi viene versata per tre volte dell’acqua sul capo del battezzando, e chi amministra il battesimo dice: «Io ti battezzo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo».   

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 1238) L'acqua battesimale viene quindi consacrata mediante una preghiera di Epiclesi (sia al momento stesso, sia nella Veglia pasquale). La Chiesa chiede a Dio che, per mezzo del suo Figlio, la potenza dello Spirito Santo discenda su quest'acqua, in modo che quanti vi saranno battezzati “nascano dall'acqua e dallo Spirito” (Gv 3,5).

Per meditare

(Commento Youcat) L’acqua è simbolo della purificazione e di una nuova vita, cosa che viene espressa già nel battesimo penitenziale di Giovanni il Battista. Il battesimo che viene amministrato con l’acqua «nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo» è ben più di un segno di conversione e di penitenza, è una nuova vita in Cristo. Per questo si aggiungono anche i tre segni dell’unzione, della veste bianca e della candela battesimale.  

(Commento CCC) (CCC 1239) Segue poi il rito essenziale del sacramento: il Battesimo propriamente detto, che significa e opera la morte al peccato e l'ingresso nella vita della Santissima Trinità attraverso la configurazione al mistero pasquale di Cristo. Il Battesimo viene compiuto nel modo più espressivo per mezzo della triplice immersione nell'acqua battesimale. Ma fin dall'antichità può anche essere conferito versando per tre volte l'acqua sul capo del candidato. (Continua)  

(Continua la domanda: Come viene amministrato il battesimo?)