venerdì 6 novembre 2015

Commento CCC a YouCat Domanda n. 197 - Parte III.



YOUCAT Domanda n. 197 - Parte III. Perché la Chiesa mantiene l’usanza del battesimo dei bambini?


(Risposta Youcat ripetizione) La Chiesa conserva fin da tempi molto antichi l’usanza del battesimo dei bambini. Perché, prima che noi scegliamo Dio, Dio ha scelto noi. Il battesimo è quindi una grazia, un dono di Dio non meritato che ci accoglie incondizionatamente. I genitori credenti che vogliono il meglio per il loro figlio, vogliono anche il suo battesimo, con il quale il bambino è sottratto all’influsso del peccato originale e al potere della morte.       

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 1280) Il Battesimo imprime nell'anima un segno spirituale indelebile, il carattere, il quale consacra il battezzato al culto della religione cristiana. A motivo del carattere che imprime, il Battesimo non può essere ripetuto [Concilio di Trento: DS 1609, 1624].

Per meditare

(Commento Youcat) Il battesimo dei bambini presuppone che i genitori cristiani introducano il bambino alla fede. Non è giusto privare il bambino del battesimo per una male intesa liberalità. Privare un bambino della grazia di Dio del battesimo è un errore da parte dei genitori cristiani, come se si privasse dell’amore un figlio per permettergli, in seguito, di scegliere liberamente l’amore. Come ogni persona nasce dotata della facoltà della parola, ma deve imparare una lingua, allo stesso modo ogni persona nasce dotata della facoltà di credere, ma deve fare conoscenza con la fede. Tuttavia il battesimo non può essere imposto a nessuno: una volta ricevuto da bambini, bisogna poi approvarlo nel seguito della vita, cioè bisogna dire sì al proprio battesimo perché questo possa portare frutto.  

(Commento CCC) (CCC 1281) Coloro che subiscono la morte a causa della fede, i catecumeni e tutti gli uomini che, sotto l'impulso della grazia, senza conoscere la Chiesa, cercano sinceramente Dio e si sforzano di compiere la sua volontà, possono essere salvati anche se non hanno ricevuto il Battesimo [Conc. Ecum. Vat. II, Lumen gentium, 16]. (CCC 1282) Fin dai tempi più antichi, il Battesimo viene amministrato ai bambini, essendo una grazia e un dono di Dio che non presuppongono meriti umani; i bambini sono battezzati nella fede della Chiesa. L'ingresso nella vita cristiana introduce nella vera libertà. (Fine)  

(Prossima domanda: Chi può amministrare il battesimo?)

Nessun commento: