sabato 28 novembre 2015

Commento CCC a YouCat Domanda n. 207



YOUCAT Domanda n. 207 - Chi può amministrare la cresima?


(Risposta Youcat) Il Sacramento della Cresima è normalmente amministrato dal Vescovo. Se necessario il vescovo può delegare un sacerdote. In casi di pericolo di morte ogni sacerdote può amministrare la cresima.   

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 1312) Ministro originario della Confermazione è il Vescovo [Conc. Ecum. Vat. II, Lumen gentium, 26]. In Oriente, è ordinariamente il presbitero che battezza a conferire subito anche la Confermazione in una sola e medesima celebrazione. Tuttavia lo fa con il sacro crisma consacrato dal Patriarca o dal Vescovo: ciò esprime l'unità apostolica della Chiesa, i cui vincoli vengono rafforzati dal sacramento della Confermazione. Nella Chiesa latina si attua la stessa disciplina nel Battesimo degli adulti, o quando viene ammesso alla piena comunione con la Chiesa un battezzato che appartiene ad un'altra comunità cristiana il cui sacramento della Confermazione non è valido [Cf. CIC canone 883, § 2]. 

Per meditare

(Commento CCC) (CCC 1313) Nel rito latino, il ministro ordinario della Confermazione è il Vescovo [Cf. CIC canone 883, § 2]. Sebbene, qualora se ne presenti la necessità, il Vescovo possa concedere ai presbiteri la facoltà di amministrare la Confermazione [Cf. CIC canone 884, § 2], è opportuno che la conferisca egli stesso, non dimenticando che appunto per questa ragione la celebrazione della Confermazione è stata separata temporalmente dal Battesimo. I Vescovi sono i successori degli Apostoli, essi hanno ricevuto la pienezza del sacramento dell'Ordine. Il fatto che questo sacramento venga amministrato da loro evidenzia che esso ha come effetto di unire più strettamente coloro che lo ricevono alla Chiesa, alle sue origini apostoliche e alla sua missione di testimoniare Cristo. (CCC 1314) Se un cristiano si trova in pericolo di morte, qualsiasi presbitero può conferirgli la Confermazione [Cf. CIC canone 883, § 3]. La Chiesa infatti vuole che nessuno dei suoi figli, anche se in tenerissima età, esca da questo mondo senza essere stato reso perfetto dallo Spirito Santo mediante il dono della pienezza di Cristo. 

(Prossima domanda: Che cos’è la santa Eucaristia?)

Nessun commento: