sabato 12 dicembre 2015

Commento CCC a YouCat Domanda n. 216 – Parte I.



YOUCAT Domanda n. 216 - Parte I. In che modo Cristo è presente quando si celebra l’Eucaristia?


(Risposta Youcat) Cristo è presente nel Sacramento dell’Eucaristia in modo misterioso ma reale. Ogni volta che la Chiesa compie il comando di Gesù «fate questo in memoria di me» (1 Cor 11, 25), spezzando il pane e versando il calice, si verifica ancor oggi ciò che si verificò allora: Cristo si offre veramente per noi, e noi partecipiamo realmente a lui. Il sacrificio di Cristo sulla croce, unico e definitivo, si rinnova sull’altare e compie l’opera della nostra redenzione.   

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 1362) L'Eucaristia è il memoriale della pasqua di Cristo, l'attualizzazione e l'offerta sacramentale del suo unico sacrificio, nella liturgia della Chiesa, che è il suo corpo. In tutte le preghiere eucaristiche, dopo le parole della istituzione, troviamo una preghiera chiamata anamnesi o memoriale.

Per meditare

(Commento CCC) (CCC 1366) L'Eucaristia è dunque un sacrificio perché ripresenta (rende presente) il sacrificio della croce, perché ne è il memoriale e perché ne applica il frutto: Cristo “Dio e Signore nostro, […] si è immolato a Dio Padre una sola volta morendo sull'altare della croce per compiere una redenzione eterna: poiché, tuttavia, il suo sacerdozio non doveva estinguersi con la morte (Eb 7,24.27), nell'ultima Cena, “nella notte in cui veniva tradito” (1Cor 11,23), […] [volle] lasciare alla Chiesa, sua amata Sposa, un sacrificio visibile (come esige l'umana natura), con cui venisse significato quello cruento che avrebbe offerto una volta per tutte sulla croce, prolungandone la memoria fino alla fine del mondo, e applicando la sua efficacia salvifica alla remissione dei nostri peccati quotidiani” [Concilio di Trento: DS 1740]. (Continua)

(Continua la domanda: In che modo Cristo è presente quando si celebra l’Eucaristia?)

Nessun commento: