mercoledì 23 dicembre 2015

Commento CCC a YouCat Domanda n. 220



YOUCAT Domanda n. 220 - Come devo prepararmi per ricevere l’Eucaristia?


(Risposta Youcat) Chi desidera ricevere l’Eucaristia deve essere cattolico; se è cosciente di essere in stato di peccato mortale deve prima confessarsi; e prima di avvicinarsi all’altare bisogna riconciliarsi con il prossimo.    

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 2042) Il primo precetto (“Partecipa alla Messa la domenica e le altre feste comandate e rimani libero dalle occupazioni del lavoro”) esige dai fedeli che santifichino il giorno in cui si ricorda la risurrezione del Signore e le particolari festività liturgiche in onore dei misteri del Signore e le particolari festività liturgiche in onore dei misteri del Signore, della beata Vergine Maria e dei santi, in primo luogo partecipando alla celebrazione eucaristica in cui si riunisce la comunità cristiana, e che riposino da quei lavori e da quelle attività che potrebbero impedire una tale santificazione di questi giorni [Cf. CIC canoni 1246-1248; CCEO canoni 880 § 3. 881 §§ 1. 2. 4]. Il secondo precetto (“Confessa i tuoi peccati almeno una volta all'anno”) assicura la preparazione all'Eucaristia attraverso la recezione del sacramento della Riconciliazione, che continua l'opera di conversione e di perdono del Battesimo [Cf. CIC canone 989; CCEO canone 719]. Il terzo precetto (“Ricevi il sacramento dell'Eucaristia almeno a Pasqua”) garantisce un minimo in ordine alla recezione del Corpo e del Sangue del Signore in collegamento con le feste pasquali, origine e centro della liturgia cristiana [Cf. CIC canone 920; CCEO, canoni 708. 881, § 3].

Per meditare

(Commento Youcat) Fino a pochi anni fa si osservavano tre ore di digiuno totale prima di avvicinarsi all’Eucaristia, e questo era il modo in cui ci si voleva preparare all’incontro con Cristo nella Comunione; oggi la Chiesa consiglia almeno un’ora di digiuno; altro segno è quello di indossare un vestito dignitoso: in effetti abbiamo un appuntamento con il Signore del mondo.

(Commento CCC) (CCC 1416) La santa Comunione al Corpo e al Sangue di Cristo accresce in colui che si comunica l'unione con il Signore, gli rimette i peccati veniali e lo preserva dai peccati gravi. Poiché vengono rafforzati i vincoli di carità tra colui che si comunica e Cristo, ricevere questo sacramento rafforza l'unità della Chiesa, Corpo mistico di Cristo. (CCC 1417) La Chiesa raccomanda vivamente ai fedeli di ricevere la santa Comunione quando partecipano alla celebrazione dell'Eucaristia; ne fa loro obbligo almeno una volta all'anno.   

(Prossima domanda: In che modo la comunione mi trasforma?)

Nessun commento: