venerdì 29 gennaio 2016

Commento CCC a YouCat Domanda n. 232 – Parte VI.



YOUCAT Domanda n. 232 - Parte VI. Qual è la mia parte in una confessione?


(Risposta Youcat - ripetizione) Fa parte di ogni confessione l'esame di coscienza, la contrizione, il proposito, la confessione e la soddisfazione.    

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 1460 a) La penitenza che il confessore impone deve tener conto della situazione personale del penitente e cercare il suo bene spirituale. Essa deve corrispondere, per quanto possibile, alla gravità e alla natura dei peccati commessi. Può consistere nella preghiera, in un'offerta, nelle opere di misericordia, nel servizio del prossimo, in privazioni volontarie, in sacrifici, e soprattutto nella paziente accettazione della croce che dobbiamo portare.

Per meditare

(Commento Youcat) L'esame di coscienza dovrebbe essere approfondito, ma non può mai essere esaustivo; con una confessione esteriore, senza un vero pentimento, nessuno può essere assolto dai propri peccati. Altrettanto indispensabile è proposito di non commettere più il peccato; dobbiamo necessariamente anche esprimere i nostri peccati al confessore, cioè confessarci; fa parte della confessione anche la penitenza o riparazione, che il confessore impone al penitente per la riparazione del male commesso.

(Commento CCC) (CCC 1460 b) Tali penitenze ci aiutano a configurarci a Cristo che, solo, ha espiato per i nostri peccati [Rm 3,25; 1 Gv 2,1-2] una volta per tutte. Esse ci permettono di diventare coeredi di Cristo risorto, dal momento che “partecipiamo alle sue sofferenze” (Rm 8,17) [Concilio di Trento: DS 1690]: “Ma questa soddisfazione, che compiamo per i nostri peccati, non è talmente nostra da non esistere per mezzo di Gesù Cristo: noi, infatti, che non possiamo nulla da noi stessi, col suo aiuto possiamo tutto in lui che ci dà la forza [Fil 4,13]. Quindi l'uomo non ha di che gloriarsi; ma ogni nostro vanto è riposto in Cristo, […] in cui offriamo soddisfazione, "facendo opere degne della conversione” (Lc 3,8), che da lui traggono il loro valore, da lui sono offerte al Padre e grazie a lui sono accettate dal Padre” [Concilio di Trento: DS 1691]. (Continua)

(Continua la domanda: Qual è la mia parte in una confessione?)

Nessun commento: