giovedì 18 febbraio 2016

Commento CCC a YouCat Domanda n. 245 – Parte I.



 

YOUCAT Domanda n. 245 - Parte I. Come agisce l'unzione degli infermi?


(Risposta Youcat) L'unzione degli infermi dona consolazione, pace e forza e unisce profondamente a Cristo il malato nella sua precaria situazione e nella sua sofferenza: il Signore ha infatti provato fino alla fine le nostre angosce e ha sopportato la nostra sofferenza. In alcuni casi l'unzione dei malati opera la guarigione fisica; ma se Dio vuole chiamare qualcuno a sé, gli dona con l'unzione degli infermi la forza per sostenere tutte le battaglie fisiche e spirituali nel tratto finale del suo cammino terreno. In ogni caso l'unzione dei malati opera la remissione dei peccati.    

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 1520) Un dono particolare dello Spirito Santo. La grazia fondamentale di questo sacramento è una grazia di conforto, di pace e di coraggio per superare le difficoltà proprie dello stato di malattia grave o della fragilità della vecchiaia. Questa grazia è un dono dello Spirito Santo che rinnova la fiducia e la fede in Dio e fortifica contro le tentazioni del maligno, cioè contro la tentazione di scoraggiamento e di angoscia di fronte alla morte [Eb 2,15]. Questa assistenza del Signore attraverso la forza del suo Spirito vuole portare il malato alla guarigione dell'anima, ma anche a quella del corpo, se tale è la volontà di Dio [Concilio di Firenze: DS 1325]. Inoltre, “se ha commesso peccati, gli saranno perdonati” (Gc 5,15; cf Concilio di Trento: DS 1717].  

Per meditare

(Commento Youcat) Molti malati hanno paura di questo sacramento e lo rimandano fino all'ultimo momento, convinti che si tratti dell'anticamera delta morte. Ma in realtà è il contrario: l'unzione dei malati è una sorta di assicurazione sulla vita, e chi, come cristiano, accompagna un malato, dovrebbe aiutarlo a liberarsi da questo falso timore. La maggior parte di coloro che si trovano in grave pericolo di vita sentono intuitivamente che la cosa più importante per loro è stringersi immediatamente a colui nel quale la morte è stata sconfitta e che è la vita stessa: Gesù, il Salvatore.

(Commento CCC) (CCC 1521) L'unione alla passione di Cristo. Per la grazia di questo sacramento il malato riceve la forza e il dono di unirsi più intimamente alla passione di Cristo: egli viene in certo qual modo consacrato per portare frutto mediante la configurazione alla passione redentrice del Salvatore. La sofferenza, conseguenza del peccato originale, riceve un senso nuovo: diviene partecipazione all'opera salvifica di Gesù. (Continua)

(Continua la domanda: Come agisce l'unzione degli infermi?)

Nessun commento: