mercoledì 27 aprile 2016

Commento CCC a YouCat Domanda n. 278



YOUCAT Domanda n. 278 - Parte I. Qual è il carattere del funerale cristiano?


(Risposta Youcat) Un funerale cristiano è un servizio reso dalla comunità ai suoi defunti; accoglie la tristezza dei familiari e degli amici che restano in vita, ma ha anche sempre i tratti pasquali: è infatti in Cristo che noi moriamo per celebrare con lui la festa della risurrezione.   

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 1686) Il Rito delle esequie della liturgia romana propone tre tipi di celebrazione delle esequie, corrispondenti ai tre luoghi del suo svolgimento (la casa, la chiesa, il cimitero), e secondo l'importanza che vi attribuiscono la famiglia, le consuetudini locali, la cultura e la pietà popolare. Questo svolgimento è del resto comune a tutte le tradizioni liturgiche e comprende quattro momenti principali:   

Per meditare

(Commento CCC) (CCC 1687) L'accoglienza della comunità. Un saluto di fede apre la celebrazione. I parenti del defunto sono accolti con una parola di “conforto” (nel senso del Nuovo Testamento: la forza dello Spirito Santo nella speranza, cf. 1Ts 4,18) La comunità che si raduna in preghiera attende anche “parole di vita eterna”. La morte di un membro della comunità (o il giorno anniversario, il settimo o il trigesimo) è un evento che deve far superare le prospettive di “questo mondo” e attirare i fedeli nelle autentiche prospettive della fede nel Cristo risorto. (CCC 1688) La liturgia della Parola, durante le esequie, esige una preparazione tanto più attenta in quanto l'assemblea presente in quel momento può comprendere fedeli poco assidui alla Liturgia e amici del defunto che non sono cristiani. L'omelia, in particolare, deve evitare “la forma e lo stile di un elogio funebre” [Rito delle esequie, Esequie degli adulti, 69] e illuminare il mistero della morte cristiana alla luce di Cristo risorto.      

(Continua la domanda:  Qual è il carattere del funerale cristiano?)

Nessun commento: