mercoledì 11 maggio 2016

Commento CCC a YouCat Domanda n. 285



YOUCAT Domanda n. 285 - Parte II. Che cos'è la felicità eterna?


(Risposta Youcat – ripetizione) La felicità eterna consiste nel contemplare Dio e nell'essere accolti nella sua felicità.  

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 1722) Una tale beatitudine oltrepassa l'intelligenza e le sole forze umane. Essa è frutto di un dono gratuito di Dio. Per questo la si dice soprannaturale, come la grazia che dispone l'uomo ad entrare nella gioia di Dio. “Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio”; tuttavia nella sua grandezza e nella sua mirabile gloria, “nessun uomo può vedere Dio e restare vivo”. Il Padre, infatti, è incomprensibile; ma nel suo amore, nella sua bontà verso gli uomini, e nella sua onnipotenza, arriva a concedere a coloro che lo amano il privilegio di vedere Dio […]: poiché “ciò che è impossibile agli uomini, è possibile a Dio” [Sant'Ireneo di Lione, Adversus haereses, 4, 20, 5].

Per meditare

(Commento Youcat) In Dio Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo ci sono vita, gioia e comunione senza fine; essere accolti in questa comunione significa per noi uomini una felicità inconcepibile e senza fine. Questa felicità è un puro dono della grazia di Dio che noi uomini non possiamo procurarci da soli e neppure comprendere nella sua grandezza; Dio desidera che scegliamo la nostra felicità; dobbiamo scegliere Dio in libertà, amarlo sopra ogni altra cosa, compiere il bene ed evitare il male per quanto possiamo.     

(Commento CCC)  (CCC 1729) La beatitudine del Cielo determina i criteri di discernimento nell'uso dei beni terreni in conformità alla Legge di Dio.    
 
(Continua la domanda: Che cos'è la felicità eterna?)