venerdì 19 agosto 2016

Commento CCC a YouCat Domanda n. 331 - Parte II.




YOUCAT Domanda n. 331 - Parte II. Perché esiste lo stesso l'ingiustizia fra gli uomini?


(Risposta Youcat – ripetizione) Tutti gli uomini hanno la stessa dignità, ma non tutti nascono nelle stesse condizioni. Quando la disuguaglianza è prodotta dagli uomini contraddice il Vangelo; ma quando gli uomini ricevono da Dio doni e talenti diversi, egli ci rinvia l'uno all'altro: nell'amore l'uno deve compensare le carenze dell'altro.        

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 1936) L'uomo, venendo al mondo, non dispone di tutto ciò che è necessario allo sviluppo della propria vita, corporale e spirituale. Ha bisogno degli altri. Si notano differenze legate all'età, alle capacità fisiche, alle attitudini intellettuali o morali, agli scambi di cui ciascuno ha potuto beneficiare, alla distribuzione delle ricchezze [Conc. Ecum. Vat. II, Gaudium et spes, 29]. I “talenti” non sono distribuiti in misura eguale [Mt 25,14-30; Lc 19,11-27].       

Per meditare

(Commento Youcat) C'è una disparità fra gli uomini che non deriva da Dio ma dai rapporti sociali, soprattutto dalla distribuzione ineguale, nel mondo, di materie prime, di possedimenti e di capitali. Dio ci invita a far scomparire dal mondo tutto quello che si pone in aperta contraddizione con il Vangelo e che non rispetta la dignità dell'uomo. Ci sono però differenze fra gli uomini che corrispondono al volere di Dio: differenza nei doni ricevuti, nelle condizioni di partenza, nelle possibilità: in esse si nasconde l'indicazione che essere uomini significa stare a fianco degli altri con amore e condivisione e rendere possibile la vita.     

(Commento CCC) (CCC 1938) Esistono anche disuguaglianze inique che colpiscono milioni di uomini e di donne. Esse sono in aperto contrasto con il Vangelo: “L'eguale dignità delle persone richiede che si giunga ad una condizione più umana e giusta della vita. Infatti le troppe disuguaglianze economiche e sociali, tra membri e tra popoli dell'unica famiglia umana, suscitano scandalo e sono contrarie alla giustizia sociale, all'equità, alla dignità della persona umana, nonché alla pace sociale ed internazionale” [Conc. Ecum. Vat. II, Gaudium et spes, 29]. (CCC 1947) L'eguale dignità delle persone umane richiede l'impegno per ridurre le disuguaglianze sociali ed economiche eccessive. Essa spinge ad eliminare le disuguaglianze inique.     

(Prossima domanda: In cosa si mostra la solidarietà dei cristiani nei confronti degli altri uomini?)