martedì 13 settembre 2016

Commento CCC a YouCat Domanda n. 338 - Parte II.



YOUCAT Domanda n. 338 Parte II. - Che cos'è la Grazia?


(Risposta Youcat – ripetizione) Con Grazia intendiamo il dono di amore di Dio per noi, la sua bontà che ci viene in soccorso e la forza che da lui deriva; con la sua morte e risurrezione Dio ci viene in soccorso e si comunica a noi nella grazia. Grazia è tutto ciò che Dio ci dona senza alcun merito da parte nostra.

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 2005 a) Appartenendo all'ordine soprannaturale, la grazia sfugge alla nostra esperienza e solo con la fede può essere conosciuta. Pertanto non possiamo basarci sui nostri sentimenti o sulle nostre opere per dedurne che siamo giustificati e salvati [Concilio di Trento: DS 1533-1534]. Tuttavia, secondo la parola del Signore: “Dai loro frutti li potrete riconoscere” (Mt 7,20), la considerazione dei benefici di Dio nella nostra vita e nella vita dei santi ci offre una garanzia che la grazia sta operando in noi e ci sprona ad una fede sempre più grande e ad un atteggiamento di povertà fiduciosa.

Per meditare

(Commento Youcat) «La Grazia - dice Benedetto XVI - è essere guardati da Dio, essere toccati dal suo amore». La grazia non è una cosa, ma l'autocomunicazione di Dio agli uomini; Dio non dona mai nulla che sia meno di se stesso, e nella grazia siamo come Dio.  

(Commento CCC) (CCC 2005 b) Si trova una delle più belle dimostrazioni di tale disposizione d'animo nella risposta di santa Giovanna d'Arco ad una domanda subdola dei suoi giudici ecclesiastici: “Interrogata se sappia d'essere nella grazia di Dio, risponde: "Se non vi sono, Dio mi vuole mettere; se vi sono, Dio mi vuole custodire in essa"” [Santa Giovanna d'Arco, Dictum: Procès de condamnation]. (CCC 2021) La grazia è l'aiuto che Dio ci dà perché rispondiamo alla nostra vocazione di diventare suoi figli adottivi. Essa ci introduce nell'intimità della vita trinitaria.  

(Prossima domanda: Che cosa fa di noi la Grazia di Dio?)

Nessun commento: