lunedì 14 novembre 2016

Commento CCC a YouCat Domanda n. 348 - Parte I.



YOUCAT Domanda n. 348 - Parte I. «Maestro, che cosa devo fare di buono per avere la vita eterna?» (Mt 19, 16).


(Risposta Youcat – ripetizione) Gesù dice: «Se vuoi entrare nella vita, osserva i comandamenti» (Mt 19,16); e Gesù aggiunge: «Vieni e seguimi» (Mt 19, 21).

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 2052) “Maestro, che cosa devo fare di buono per ottenere la vita eterna?”. Al giovane che gli rivolge questa domanda, Gesù risponde innanzitutto richiamando la necessità di riconoscere Dio come "il solo Buono", come il Bene per eccellenza e come la sorgente di ogni bene. Poi Gesù gli dice: “Se vuoi entrare nella vita, osserva i comandamenti”. Ed elenca al suo interlocutore i comandamenti che riguardano l'amore del prossimo: “Non uccidere, non commettere adulterio, non rubare, non testimoniare il falso, onora tuo padre e tua madre”. Infine Gesù riassume questi comandamenti in una formulazione positiva: “Ama il prossimo tuo come te stesso” ( Mt 19,16-19).

Per meditare

(Commento Youcat) Essere cristiani significa più di una vita corretta nel rispetto dei comandamenti: essere cristiani è una relazione viva con Cristo; un cristiano si lega profondamente e in maniera personale col proprio Signore e insieme a lui si pone sulla via che conduce alla vita eterna.

(Commento CCC) (CCC 2053) A questa prima risposta, se ne aggiunge subito una seconda: “Se vuoi essere perfetto, va', vendi quello che possiedi, dallo ai poveri, e avrai un tesoro nel cielo; poi vieni e seguimi” (Mt 19,21). Essa non annulla la prima. La sequela di Gesù implica l'osservanza dei comandamenti. La Legge non è abolita [Mt 5,17], ma l'uomo è invitato a ritrovarla nella Persona del suo Maestro, che ne è il compimento perfetto. Nei tre Vangeli sinottici, l'appello di Gesù, rivolto al giovane ricco, a seguirlo nell'obbedienza del discepolo e nell'osservanza dei comandamenti, è accostato all'esortazione alla povertà e alla castità [Mt 19,6-12; 19,21; 19,23-29]. I consigli evangelici sono indissociabili dai comandamenti.  

(Continua la domanda: «Maestro, che cosa devo fare di buono per avere la vita eterna?» (Mt 19, 16).     

Nessun commento: