mercoledì 1 febbraio 2017

Commento CCC a YouCat Domanda n. 364 – Parte II.



 

YOUCAT Domanda n. 364 – Parte II. Perché i cristiani hanno sostituito il sabato con la domenica?


(Risposta Youcat – ripetizione) I cristiani hanno sostituito la festività del Sabato con quella della domenica perché Gesù Cristo è risorto dai morti di domenica. Il «giorno del Signore» eredita però degli elementi del sabato ebraico.

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 2175) La domenica si distingue nettamente dal sabato al quale, ogni settimana, cronologicamente succede, e del quale, per i cristiani, sostituisce la prescrizione rituale. Porta a compimento, nella pasqua di Cristo, la verità spirituale del sabato ebraico ed annuncia il riposo eterno dell'uomo in Dio. Infatti, il culto della legge preparava il mistero di Cristo, e ciò che vi si compiva prefigurava qualche aspetto relativo a Cristo [1Cor 10,11]: “Coloro che vivevano nell'antico ordine di cose si sono rivolti alla nuova speranza, non più guardando al sabato, ma vivendo secondo la domenica, giorno in cui è sorta la nostra vita, per la grazia del Signore e per la sua morte” [Sant'Ignazio di Antiochia, Epistula ad Magnesios, 9, 1].    

Per meditare

(Commento Youcat) La domenica cristiana ha tre elementi fondamentali: 1. rinvia alla creazione del mondo e comunica al tempo stesso lo splendore festivo della bontà di Dio; 2. rinvia all'«ottavo giorno della creazione», in cui il mondo fu creato nuovo in Cristo (una preghiera della veglia pasquale recita: «Hai creato il mondo in modo meraviglioso e in modo ancor più meraviglioso lo hai redento»); 3. recupera il motivo del riposo, e non solo per santificare l'interruzione del lavoro, ma per rinviare già adesso al riposo eterno dell'uomo in Dio.

(Commento CCC) (CCC 2176) La celebrazione della domenica attua la prescrizione morale naturalmente iscritta nel cuore dell'uomo “di rendere a Dio un culto esteriore, visibile, pubblico e regolare nel ricordo della sua benevolenza universale verso gli uomini” [San Tommaso d'Aquino, Summa theologiae, II-II, 122, 4 c.]. Il culto domenicale è il compimento del precetto morale dell'Antica Alleanza, di cui riprende il ritmo e lo spirito celebrando ogni settimana il Creatore e il Redentore del suo popolo.  

(Prossima domanda: In che modo i cristiani fanno della domenica il «giorno del Signore»?)

Nessun commento: