giovedì 23 febbraio 2017

Commento CCC a YouCat Domanda n. 370 – Parte II.



YOUCAT Domanda n.  370 – Parte II. Perché lo Stato deve proteggere e appoggiare le famiglie?


(Risposta Youcat – ripetizione) Il bene e il futuro stesso di uno Stato dipendono da come la sua più piccola unità, la famiglia, vive e si dispiega.      

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 2211) La comunità politica ha il dovere di onorare la famiglia, di assisterla, e di assicurarle in particolare: - la libertà di costituirsi, di procreare figli e di educarli secondo le proprie convinzioni morali e religiose; - la tutela della stabilità del vincolo coniugale e dell'istituto familiare; - la libertà di professare la propria fede, di trasmetterla, di educare in essa i figli, avvalendosi dei mezzi e delle istituzioni necessarie; - il diritto alla proprietà privata, la libertà di intraprendere un'attività, di procurarsi un lavoro e una casa, il diritto di emigrare; - in conformità alle istituzioni dei paesi, il diritto alle cure mediche, all'assistenza per le persone anziane, agli assegni familiari; - la difesa della sicurezza e della salute, particolarmente in ordine a pericoli come la droga, la pornografia, l'alcolismo, ecc.; - la libertà di formare associazioni con altre famiglie e di essere in tal modo rappresentate presso le autorità civili [Cf. Giovanni Paolo II, Esort. ap. Familiaris consortio, 46].   

Per meditare

(Commento Youcat) Nessuno Stato ha il diritto di interferire con la cellula elementare della società, che è la famiglia, e di negarle il diritto all'esistenza; nessuno Stato ha il diritto di definire la famiglia in modo diverso dal piano della Creazione; e nessuno Stato ha il diritto di privare la famiglia delle sue funzioni fondamentali, in particolare di quella educativa. Piuttosto ogni Stato ha il dovere di aiutare e di promuovere la famiglia e di sovvenire ai suoi bisogni materiali.    

 (Commento CCC) (CCC 2250) “La salvezza della persona e della società umana e cristiana è strettamente connessa con una felice situazione della comunità coniugale e familiare” [Conc. Ecum. Vat. II, Gaudium et spes, 47].    

(Continua la domanda: Perché lo Stato deve proteggere e appoggiare le famiglie?)