mercoledì 2 agosto 2017

Commento CCC a YouCat Domanda n. 439



YOUCAT Domanda n. 439 - Come si è formata la dottrina sociale della Chiesa?


(Risposta Youcat) La Chiesa risponde con la Dottrina sociale cattolica alla questione posta dai lavoratori nel XIX secolo. Certamente, l'industrializzazione aveva portato ad un aumento del benessere, ma da questo benessere traevano profitto soprattutto i padroni delle fabbriche, mentre la gran parte delle persone, considerate lavoratori pressoché privi di diritti, sprofondavano nella miseria. Da questa esperienza il comunismo trasse la conclusione secondo cui fra lavoro e capitale esisterebbe un'opposizione inconciliabile destinata ad essere sanata solo con la la lotta di classe; la Chiesa al contrario si espresse a favore di un giusto accordo fra i lavoratori e i proprietari delle fabbriche.

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 2421) La dottrina sociale della Chiesa si è sviluppata nel secolo diciannovesimo, all'epoca dell'impatto del Vangelo con la moderna società industriale, le sue nuove strutture per la produzione dei beni di consumo, la sua nuova concezione della società, dello Stato e dell'autorità, le sue nuove forme di lavoro e di proprietà. Lo sviluppo della dottrina della Chiesa, in materia economica e sociale, attesta il valore permanente dell'insegnamento della Chiesa e, ad un tempo, il vero senso della sua Tradizione sempre viva e vitale [Giovanni Paolo II, Lett. enc. Centesimus annus, 3].

Per meditare

(Commento Youcat) La Chiesa si impegnò a che non solo pochi, ma tutti traessero profitto dal benessere reso possibile dall'industrializzazione e dalla concorrenza; appoggiò la formazione di unioni di lavoratori e si impegnò affinché i lavoratori, con l'aiuto di leggi dello Stato e di assicurazioni, fossero protetti dallo sfruttamento e perché essi e le loro famiglie potessero trovarsi protetti in caso di malattia e di necessità.

(Commento CCC) (CCC 2419) “La Rivelazione cristiana […] ci guida a un approfondimento delle leggi che regolano la vita sociale” [Conc. Ecum. Vat. II, Gaudium et spes, 23]. La Chiesa dal Vangelo riceve la piena rivelazione della verità dell'uomo. Quando compie la sua missione di annunziare il Vangelo, attesta all'uomo, in nome di Cristo, la sua dignità e la sua vocazione alla comunione delle persone; gli insegna le esigenze della giustizia e della pace, conformi alla sapienza divina.

(Prossima domanda: I cristiani sono tenuti ad impegnarsi in politica e nel sociale?)

Nessun commento: