venerdì 4 agosto 2017

Commento CCC a YouCat Domanda n. 441



YOUCAT Domanda n. 441 - Che cosa dice la Chiesa sulla democrazia?


(Risposta Youcat) La Chiesa appoggia la democrazia perché, fra gli ordinamenti politici, è quello che offre le premesse più sicure per l'attuazione dell'uguaglianza di fronte alla legge e dei diritti umani. In questo senso tuttavia la democrazia deve essere più che un semplice potere della maggioranza: una vera democrazia è possibile solo in uno Stato di diritto che riconosca i diritti fondamentali di tutti e, se necessario, li tuteli anche contro il volere di una maggioranza.

Riflessione e approfondimenti

(Commento CCC) (CCC 1918) “Non c'è autorità se non da Dio e quelle che esistono sono stabilite da Dio” (Rm 13,1). (CCC 1919) Ogni comunità umana ha bisogno di un'autorità per conservarsi e svilupparsi. (CCC 1920) “La comunità politica e l'autorità pubblica hanno il loro fondamento nella natura umana e perciò appartengono all'ordine stabilito da Dio” [Conc. Ecum. Vat. II, Gaudium et spes, 74]. (CCC 1921) L'autorità è esercitata in modo legittimo se si dedica al conseguimento del bene comune della società. Per raggiungerlo, deve usare mezzi moralmente accettabili. (CCC 1922) La diversità dei regimi politici è legittima, a condizione che essi concorrano al bene della comunità. (CCC 1923) L'autorità politica deve essere esercitata entro i limiti dell'ordine morale e garantire le condizioni d'esercizio della libertà. (CCC 1924) Il bene comune comprende “l'insieme di quelle condizioni della vita sociale che permettono ai gruppi, come ai singoli membri, di raggiungere la propria perfezione più pienamente e più speditamente” [Conc. Ecum. Vat. II, Gaudium et spes, 26].

Per meditare

(Commento Youcat)  La storia ci insegna che anche la democrazia non garantisce una protezione assoluta dalle ferite che potrebbero essere inflitte alla dignità e ai diritti dell'uomo; la democrazia è esposta al rischio di divenire una tirannia della maggioranza sulla minoranza. La democrazia vive di premesse che non riesce a garantirsi; per questo i cristiani in modo particolare devono prestare attenzione affinché non vengano messi a repentaglio i diritti senza i quali nessuna democrazia può sussistere.

(Commento CCC) (CCC 1925) Il bene comune comporta tre elementi essenziali: il rispetto e la promozione dei diritti fondamentali della persona; la prosperità o lo sviluppo dei beni spirituali e temporali della società; la pace e la sicurezza del gruppo e dei suoi membri. (CCC 1926) La dignità della persona umana implica la ricerca del bene comune. Ciascuno ha il dovere di adoperarsi per suscitare e sostenere istituzioni che servano a migliorare le condizioni di vita degli uomini. (CCC 1927) E' compito dello Stato difendere e promuovere il bene comune della società civile. Il bene comune dell'intera famiglia umana richiede un’organizzazione della società internazionale. (CCC 1928) La società assicura la giustizia sociale allorché realizza le condizioni che consentono alle associazioni e agli individui di conseguire ciò a cui hanno diritto secondo la loro natura e la loro vocazione. La giustizia sociale è connessa con il bene comune e con l'esercizio dell'autorità.

(Prossima domanda: Come si pone la Chiesa di fronte al capitalismo e all'economia di mercato?)

Nessun commento: